Navigation

Borsa svizzera chiude in rosso, SMI -1,03%

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2012 - 18:01
(Keystone-ATS)

I timori per il futuro della Grecia, e soprattutto l'apertura al ribasso a Wall Street nel pomeriggio, hanno appesantito gli scambi sui principali mercati europei, svizzero compreso. A Zurigo, al termine delle contrattazioni, l'indice guida SMI ha ceduto l'1,03% a 5977,80 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha perso l'1,10% a 5588,02 punti.

Ad Atene, dopo che il partito conservatore di Nuova Democrazia ha rinunciato a formare il nuovo governo, la palla è passata in mano alla Coalizione delle sinistre. Questo partito intende rinegoziare il memorandum firmato con i creditori internazionali del Paese. Il leader della formazione, Alexis Tsipras, ha giudicato nullo il pacchetto di salvataggio per la Grecia. Da qui il nervosismo degli investitori, ha indicato la Reuters.

Gli occhi degli investitori oggi erano puntati su Adecco, titolo che nel pomeriggio ha azzerato i guadagni del mattino (-0,48% a 39,06 franchi), benché i trimestrali abbiano superato le stime degli analisti.

Il leader mondiale nell'intermediazione di impieghi temporanei ha infatti archiviato un "solido" primo trimestre dell'esercizio 2012. A fine marzo, l'utile netto si è attestato a 112 milioni di euro (134,5 milioni di franchi), in crescita del 12% rispetto ai primi tre mesi del 2011. Il fatturato è salito del 2% (+1% in valute locali) a 5,035 miliardi di euro, e il risultato operativo EBITA del 6% (+4%) a 182 milioni.

Tra i pesi massimi, Roche è stata ancora oggetto di vendite (-1,51% a 157 franchi) dopo l'emorragia di ieri dovuta al ritiro in fase III di un farmaco considerato poco efficace. Novartis è scesa dello 0,30% a 49,85 franchi e Nestlé dello 0,45% a 55,10 franchi.

Tra i titoli bancari, UBS ha ceduto l'1,92% a 11,23 franchi, Credit Suisse lo 0,91% a 20,65 franchi. Poco mossa Julius Baer (-0,03% a 33,78 franchi).

Per gli assicurativi, Zurich ha chiuso in calo dell'1% a 218,90 franchi e Swiss Re dell'1,54% a 57,50 franchi. Sul mercato allargato, Swiss Life ha perso il 2,7% a 89,45 franchi. Nei primi tre mesi, questo assicuratore ha registrato una raccolta premi di 6,26 miliardi di franchi, in calo del 4% rispetto allo stesso periodo del 2011. In valute locali la diminuzione è pari al 2%.

Fra gli altri titoli Actelion - negoziata senza la cedola di dividendo - ha ceduto il 3,8% a 38,47 franchi. L'impresa biotecnologica basilese starebbe preparando un taglio all'organico di cui non si conosce ancora l'entità. Actelion dà lavoro a oltre 2500 persone nel mondo, di cui 1000 impiegate in Svizzera.

Fra i titoli ciclici sotto pressione figura ABB (-1,71% a 16,10 franchi), Holcim (-1,43% a 55,10 franchi). Male anche i titoli del lusso con Swatch in arretramento del 2,59% a 406,20 franchi e Richemont del 3,53% a 54,70 franchi.

Unici valori in crescita: Swisscom (+1,06% a 362,30 franchi) e Synthes (+0,38% a 157,20 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?