La Borsa svizzera, dopo una giornata altalenante, ha chiuso la seduta odierna in territorio negativo, con l'indice SMI dei principali titoli in calo dello 0,23% a 9'606,26 punti, mentre l'indice complessivo SPI è sceso dello 0,27% a quota 11'682,31.

Sui mercati ha pesato la paura di una imminente recessione - alimentata dai preoccupanti dati sull'economia cinese e tedesca e dalla guerra dei dazi tra Stati Uniti e Pechino - che ieri ha depresso Wall Street e stamane la Borsa di Tokyo.

A destare inquietudine è stata soprattutto l'inversione della curva dei rendimenti dei titoli di stato americani e inglesi, con le obbligazioni con scadenza più breve che producono rendimenti superiori a quelli delle obbligazioni decennali.

Sul fronte interno gli occhi erano puntati su Swisscom, che stamane ha annunciato utili semestrali e fatturato in calo: il titolo in borsa ha ceduto l'1,42% (a 473.10 franchi). Positiva invece Geberit (+0,70% a 432.10 franchi), che nella prima metà dell'anno ha registrato un leggero aumento dei profitti su un volume d'affari in lieve flessione.

Nel comparto finanziario UBS (+0,28% a 9.968 franchi) e Credit Suisse (+0,84% a 10.86 franchi) sono riuscite nel corso del pomeriggio a riportarsi al di sopra della soglia della parità. Tra gli assicurativi solo Swiss Life (+0,44% a 458.30 franchi) è rimasta a galla, mentre sono scivolate all'indietro Zurich Insurance (-0,14% a 344.60 franchi) e Swiss Re (-0,02% a 97.36 franchi).

L'andamento è stato contrastato tra i pesi massimi difensivi: il colosso dell'alimentare Nestlé è avanzato dello 0,40% (a 106.48 franchi), ma per i farmaceutici Roche (-0,17% a 268.90 franchi) e Novartis (-1,30% a 86.46 franchi) il trend è rimasto orientato al ribasso. Poco dinamica, tra i titoli ciclici, ABB che ha perso lo 0,64% (a 17.87 franchi), facendo peggio di LafargeHolcim (-0,55% a 45.59 franchi) e Adecco (-0,20% a 50.46 franchi).

Sul mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari Comet (-5,18% a 83.30 franchi), Meyer Burger (-6,74% a 0.3956 franchi), Phoenix Mecano (-9,05% a 382.00 franchi), Cicor (-6,40% a 44.60 franchi) e Tecan (-3,53% a 235.00 franchi).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.