Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Giornata negativa per la borsa svizzera che ha chiuso le contrattazioni con l'indice SMI dei titoli guida in arretramento dello 0,44% a 8'149,31 punti, mentre l'indice complessivo SPI ha ceduto lo 0,40% a quota 7'756.32.

Le Borse europee sono rimaste deboli oggi dopo l'aumento delle richieste di sussidi di disoccupazione in ottobre in Spagna, quasi quadruplicate rispetto al mese precedente. La Commissione europea, nelle sue previsioni autunnali, ha inoltre fatto sapere che la disoccupazione nell'eurozona a fine 2013 sarà al 12,2% e resterà sullo stesso livello per tutto il 2014.

Quanto alla crescita economica i pronostici rimangono incerti: il pil dovrebbe crescere l'anno prossimo dell'1,1%, 0,1 punti in meno di quanto calcolato in primavera. Sui mercati pesa inoltre l'insicurezza relativa alle future politiche monetarie della Fed e della Bce.

In controtendenza rispetto all'andamento dei listini sono risultate soltanto Novartis (+0,29%, a 70.30 franchi), Actelion (+0,63%, a 72.15 franchi) e Givaudan (+0,16%. a 1'291.00 franchi).

Deboli i bancari, con Credit Suisse che ha lasciato sul terreno lo 0,88% (a 25,98 franchi). Invariata UBS (a 16.54 franchi), mentre in sensibile flessione è risultata Julius Bär (-1,95% a 42.16 franchi) che potrebbe fondere, secondo anticipazioni, la sua controllata Infidar con la società WM Partners.

Il listino è stato trascinato verso il basso anche dal gigante dell'alimentare Nestlé, che ha ceduto lo 0,46% (a 65,25 franchi).

Tra i ciclici Holcim è arretrato dello 0,73% (a 67,90 franchi). Proprio oggi il gigante del cemento ha annunciato un calo delle vendite del 6,1% nei primi nove mesi dell'anno, a 14,941 miliardi di franchi, e una crescita dell'utile netto del 16,8% a 1,277 miliardi. Adecco, alla vigilia della presentazione dei risultati trimestrali, ha perso l'1,78% (a 66.10 franchi). Stando agli analisti il numero uno dell'intermediazione del lavoro potrebbe pubblicare domani risultati in crescita del 16% a circa 137 milioni di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS