Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha terminato la seduta odierna in territorio negativo: l'indice SMI dei titoli guida ha segnato una flessione dell'1,41% a 8'701,20 punti, mentre l'indice complessivo SPI è arretrato dell'1,40% a quota 8'964,84.

Le piazze finanziarie europee hanno viaggiato tutte in rosso in scia a Wall Street e Tokyo e in seguito al crollo del prezzo del petrolio, ai minimi da sette anni a causa del mancato accordo sulla riduzione della produzione in seno all'Opec.

Ha inoltre deluso il dato cinese sull'export che è calato più del previsto (-6,8% contro un consensus del -5%) a novembre, mentre la bilancia commerciale si è attestata a 54,1 miliardi di dollari rispetto ai 61,64 miliardi precedenti.

In questo contesto, secondo gli analisti, gli investitori non hanno voluto esporsi in attesa anche delle decisioni di politica monetaria della Banca Nazionale svizzera attese per giovedì.

Ad eccezione di Givaudan (+0,16% a 1'837.00 franchi) e della volatile Transocean (+0,46% a 13.24 franchi) tutte le blue chip sono scivolate all'indietro con in prima linea i titoli ciclici che operano sui mercati internazionali: LafargeHolcim è arretrata del 3,23% (a 50.90 franchi) e ABB dell'1,94% (a 18.21 franchi). Fortemente penalizzato pure il segmento del lusso: Swatch è regredita del 2,96% (a 350.80 franchi), Richemont del 3,04% (a 73.35 franchi).

Non sono sfuggiti al movimento al ribasso né i bancari (UBS -2,17% a 18.95 franchi; Credit Suisse -1,93% a 21.33 franchi; Julius Bär -2,67% a 48.14 franchi), né gli assicurativi (Zurich Insurance -1,23% a 256.30 franchi; Swiss Re -0,76% a 97.50 franchi). Oggi Swiss Re ha fatto sapere in occasione della giornata degli investitori che intende rafforzare la redditività a lungo termine.

Tra i pesi massimi difensivi Nestlé ha ceduto l'1,13%% (a 74.50 franchi), Novartis l'1,28% (a 84.65 franchi) e Roche l'1,02% (a 271.60 franchi). Sul mercato allargato Schaffner, che ha visto l'utile dimezzarsi nel corso dell'anno aziendale 2014/2015, ha terminato in flessione dell'1,34% (a 221.00 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS