Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Seduta erratica oggi alla Borsa svizzera, con i listini oscillanti attorno alla parità per tutta la giornata. In chiusura, l'indice dei titoli guida SMI ha segnato una progressione dello 0,13% a 8605,10 punti. Sul mercato allargato, l'SPI ha messo a segno un +0,17% a 8515,93 punti.

In una giornata sostanzialmente priva di stimoli, gli occhi degli investitori sono rimasti concentrati su alcune aziende che hanno pubblicato i dati semestrali.

Il titolo di ABB, per buona parte della giornata sotto pressione, ha recuperato terreno sul finire della giornata, terminando in crescita dell'1,62% a 21,39 franchi. Il gruppo tecnologico ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto in calo del 17% a 636 milioni di dollari. Il fatturato è rimasto stabile a 10,19 miliardi mentre le ordinazioni in entrata sono cresciute del 14%, a 10,57 miliardi di dollari.

L'utile netto è risultato inferiore alle attese degli analisti, a fronte di commesse in espansione. Stando agli operatori, le vendite del titolo verificatesi nella prima parte della giornata rispecchiamo anche prese di guadagno dopo il balzo del 3% fatto registrare ieri.

Dopo la pubblicazione dei risultati e i guadagni iniziali, Syngenta ha perso slancio finendo sotto la linea: il titolo ha perso l'1,55% a 323,60 franchi. Nei primi sei mesi, il gruppo agrochimico basilese ha realizzato un utile netto di 1,39 miliardi di dollari, in contrazione dell'1% rispetto ad un anno prima. L'utile operativo è calato del 4%, a 1,73 miliardi di dollari, mentre il fatturato, pari a 8,51 miliardi, è salito dell'1% (+4% senza gli effetti di cambio).

Anche in questo caso, i risultati sono leggermente inferiori alle attese, ma gli osservatori si sono detti soddisfatti per le prospettive positive circa le vendite diffuse dalla società.

Tra gli altri titoli del listino principale, UBS ha guadagnato lo 0,18% a 16,50 franchi, mentre Credit Suisse ha lasciato sul terreno lo 0,27% a 25,77 franchi. In calo anche Julius Bär (-1.06% a 40,30 franchi). Per gli assicurativi, Zurich ha guadagnato lo 0,26% a 273,50 franchi e Swiss Re lo 0,64% a 79,05 franchi.

Tra i difensivi, Roche è avanzata dello 0,19% a 266,50 franchi, Novartis ha perso lo 0,43% a 80,20 franchi, mentre Nestlé è progredita dello 0,58% a 69,85 franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS