Navigation

Borsa svizzera debole, attesa dati Pil Usa

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2012 - 11:51
(Keystone-ATS)

Mattinata debole alla borsa svizzera, nell'attesa che i dati Usa sull'evoluzione del Pil nel quarto trimestre 2011 diano nuovi impulsi. Verso le 11.30, l'indice SMI del listino principale era invariato a 6100,56 punti. Sul mercato allargato, l'SPI era pure praticamente fermo (+0,01% a 5515,78 punti).

Poco movimento sui mercati azionari, con l'eccezione di Transocean che avanza del 6,84%, dopo che un tribunale americano ha deciso che BP dovrà rifondere parte dei soldi pagati dalla società con sede a Zugo in seguito all'affondamento della piattaforma Deepwater nel Golfo del Messico.

Tra i bancari, UBS cede lo 0,31%, Credit Suisse è in crescita marginale (+0,04%), mentre Julius Baer sale dello 0,66%. Tra gli assicurativi, ZFS cede lo 0,70% e Swiss Re lo 0,67%.

Contrastati i titoli difensivi. Novartis è in contrazione dello 0,60% e Roche dello 0,50%, mentre il gigante dell'alimentare Nestlé cresce dello 0,47%.

Sul mercato allargato, Dätwyler cede l'1,8%. Le vendite del gruppo industriale urano sono scese nel 2011 a 1,29 miliardi di franchi, il 2,2% in meno dell'anno precedente. I settori aziendali si sono confrontati con una domanda "robusta", ma sui conti ha pesato la forza del franco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?