Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una mattinata altalenante la Borsa svizzera nel primo pomeriggio è tornata in territorio positivo. Alle 15:05 circa l'indice dei titoli guida SMI guadagnava lo 0,18% a 9'122,70 punti, quello allargato SPI lo 0,23% a 9'125,48 punti.

Il mercato elvetico ha seguito la scia dell'apertura positiva di Wall Street: nei primi scambi il Dow Jones saliva dello 0,51% a 17.724,52 punti, il Nasdaq avanzava dello 0,07% a 4.854,64 punti mentre lo S&P 500 metteva a segno un progresso dello 0,32% a 2.046,79 punti.

Secondo gli esperti, il mercato elvetico si trova in una fase di consolidamento che segue importanti guadagni. Sono attesi diversi dati congiunturali dagli Stati Uniti, che potrebbero influenzare - seppur in modo inferiore al solito - l'andamento borsistico. In particolare sono previste le cifre riguardanti il mercato del lavoro. Poco peso hanno invece avuto i deludenti dati sulla produzione industriale nell'Eurozona.

Swatch, il cui patron Nick Hayek ha annunciato l'ottimo avvio del 2015, è il titolo più dinamico con una crescita del 2,64%. Bene anche Zurich Insurance (+1,15%), SGS (+1,05%) e Roche (+0,84%). Fra gli altri risultano in calo Actelion (-0,54%), Adecco (-0,56%) e Holcim (-0,87%). Il peggior titolo è attualmente Credit Suisse, in calo dell'1,15%.

Sul mercato allargato, diverse aziende che hanno pubblicato oggi i positivi risultati annuali (Dufry, Inficon, Kardex, Tamedia e Schmolz+Bickenbach) vengono premiate con importanti acquisti dei titoli. In calo invece Gategroup, che nel 2014 ha raddoppiato il proprio utile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS