Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un'apertura negativa la Borsa svizzera ha virato in positivo. Alle 11:10 circa l'indice SMI dei titoli guida guadagnava lo 0,22% a 8'373,42 punti, quello allargato SPI lo 0,24% a 9'124,30.

L'apertura negativa e il successivo miglioramento della situazione ha caratterizzato l'andamento di tutte le principali piazze europee. I mercati sono in attesa dei dati sulla fiducia dei manager del commercio in Germania, Italia, Francia e nell'Unione europea.

A livello congiunturale sono già giunti dati dall'Italia, dove il potere d'acquisto delle famiglie è aumentato nel terzo trimestre 2016 dello 0,1% sul trimestre precedente e dell'1,8% su base annua, secondo l'Istituto nazionale italiano di statistica (Istat). La pressione fiscale nel terzo trimestre del 2016 è stata invece pari al 40,8%, segnando una riduzione di 0,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Sul mercato elvetico, i titoli più dinamici risultano Swisscom (+1,33%), Roche (+1,09%) e Novartis (+0,87%). Male invece Swatch (-1,05%), LafargeHolcim (-0,84%) e Richemont (-0,83%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS