Navigation

Borsa svizzera in crescita, bene finanziari e farmaceutici

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 aprile 2011 - 11:43
(Keystone-ATS)

Mattinata positiva per la borsa svizzera, sostenuta dagli acquisti sui titoli finanziari e farmaceutici. Poco oltre le 11.20, l'indice dei titoli guida SMI segnava un +0,78% a 6493,10 punti. Il listino allargato SPI era in crescita dello 0,69% a 5917,04 punti.

La richiesta del Portogallo di poter usufruire della "ciambella di salvataggio" finanziaria dell'Ue ha messo le ali ai titoli bancari. UBS avanza del 2,54%, Credit Suisse del 2,89% e Julius Baer dell'1,95%. Tra gli assicurativi, ZFS cresce dello 0,89% e Swiss Re dell'1,24%. A tale proposito, nel 2010 l'assicuratore Generali Svizzera ha più che raddoppiato l'utile netto, portandolo a 165,9 milioni di franchi contro i 76,1 milioni dell'esercizio precedente.

Tra i farmaceutici, Roche cresce dello 0,68% e Novartis dell'1,68%. Novartis ha comunicato di aver ceduto per 420 milioni di dollari (387 milioni di franchi) al gruppo svedese Meda i diritti di produzione e commercializzazione per il suo farmaco Elidel. Si tratta di una crema utilizzata per curare la dermatite atopica, una malattia della pelle. L'altro titolo difensivo Nestlé è in progressione dello 0,38%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?