La borsa svizzera si mantiene in solido rialzo anche nel pomeriggio: alle 15.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8804,45punti, in progressione dell'1,14% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI guadagnava l'1,16% a 8968,61 punti.

Il mercato è favorito dalla buona chiusura delle piazze cinesi e da dati congiunturali inaspettatamente buoni provenienti dalla Germania: in luglio le esportazioni della locomotiva europea sono salite di oltre il 2%. Nell'Eurozona è stata inoltre rivista al rialzo la crescita del secondo trimestre, ora al +0,4%.

Questo ha messo le ali a diversi titoli, un movimento favorito anche dal mercato dei cambi, con il franco che si è indebolito nei confronti dell'euro - il cui corso è tornato sopra 1,09 - e del dollaro.

"Dopo le massicce vendite delle scorse settimane il mercato era maturo per un rimbalzo di natura tecnica", ha spiegato un operatore alla Reuters. I futures fanno prevedere un'apertura positiva a Wall Street.

Per quanto riguarda i singoli titoli acquisti sono segnalati su ABB (+3,84%), alla vigilia della giornata degli investitori: si spera in annunci importanti. Buono è l'andamento anche di altri valori particolarmente sensibili alla congiuntura come Adecco (+2,07%), Geberit (+0,79%) o - nel segmento del lusso - Swatch (+2,18%) e Richemont (+2,84%). In contro tendenza è unicamente LafargeHolcim (-2,90%), in calo a causa del cambiamento dei diritti per il dividendo.

In forte crescita rimangono i bancari UBS (+2,04%) e Credit Suisse (+3,04%), più tonici di Julius Bär (+0,75%). Positivi ma non euforici si presentano i pesi massimi difensivi Nestlé (+0,77%), Novartis (+0,59%) e Roche (+0,31%).

Nel mercato allargato balzo di Partners Group (+6,24%), che ha pubblicato risultati semestrali superiori alle previsioni.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.