Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un inizio incerto la borsa svizzera si è chiaramente orientata al ribasso: alle 11.35 l'indice dei valori guida SMI segnava 8737,75 punti, in flessione dello 0,46% rispetto a ieri, mentre il listino globale SPI perdeva lo 0,44% a 8908,84 punti.

Gli investitori rimangono a bordo campo in vista della molto attesa decisione sui tassi che sarà presa la settimana prossima dalla Federal Reserve.

Sul fronte interno gli occhi rimangono puntati su Actelion (-3,13%), che ha confermato di essere in trattativa con l'americana ZS Pharma, stando a Bloomberg per un'acquisizione da 2,5 miliardi di dollari.

Incidono negativamente sul listino anche i pesi massimi Nestlé (-0,28%), Novartis (-1,33%) e Roche (-0,39%). Fra i bancari Credit Suisse (invariata) si difende meglio di UBS (-0,50%). Transocean (+3,05%) rimbalza dopo le perdite di ieri.

Nel mercato allargato balzo di Temenos (+12,05%), che ha aumentato le sue previsioni annuali dopo aver sottoscritto un nuovo contratto.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS