Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera parte al rialzo con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna un progresso dell'1,68%, a 8.417,50 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dell'1,57% a quota 8.600,03.

In un discorso tenuto ieri sera la presidente della Fed Janet Yellen ha lasciato intendere che un rialzo dei tassi sarà probabilmente opportuno prima di fine 2015. "Sarà probabilmente appropriato aumentare i tassi a un certo punto nel corso dell'anno e continuare a farlo in modo graduale con il mercato del lavoro che migliora e l'inflazione che si muove verso il 2%", ha detto la Yellen agli studenti dell'Università del Massachusetts.

Stamane la Borsa di Tokyo ha trovato il rimbalzo in una seduta volatile terminando a +1,76% con l'indebolimento dello yen, malgrado i timori sull'outlook economico della Cina e l'ipotesi di rialzo dei tassi Usa. L'indice Nikkei è salito di 308,68 punti sui massimi intraday di 17'880,51.

Andamento opposto ieri sera per Wall Street. Il Dow Jones ha perso lo 0,46% a 16.205,13 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,38% a 4.734,48 punti mentre lo S&P 500 ha lasciato sul terreno lo 0,3% a 1.932 punti.

Avvio di seduta positivo stamane per Francoforte (Dax +1,80% a 9.597,34 punti), Londra (Ftse 100 +1,39% a 6.044,13 punti), Parigi (CAC 40 +1,75% a 4.423,12 punti) e Milano (Ftse Mib +1,85% a 20.965 punti).

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS