Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Partenza al rialzo per la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei principali titoli che dopo i primi scambi segna un progresso dell'1,10% , a 7.718,41 punti, mentre l'indice completo SPI avanza dello 0,99% a quota 8.355,90.

Appaiono tonici in avvio di seduta i bancari, con UBS che sale del 2,38% e Credit Suisse dell'1,66%. Bene anche i pesi massimi difensivi: Roche è in progressione dell'1,05%, Novartis dell'1,15% e Nestlé dello 0,79%.

Hanno avviato le contrattazioni in territorio positivo anche Milano (Ftse Mib +0,85% a 16491 punti), Londra (Ftse 100 +0,50% a 5.980 punti), Parigi (CAC 40 +0,64% a 4.179 punti) e Francoforte, (Dax +0,68% a 9.615 punti).

La Borsa di Tokyo oggi ha recuperato la perdite di ieri: l'indice Nikkei ha terminato in rialzo dell'1,07%, guadagnando 165 punti a quota 15.599,66.

Seduta positiva anche per le altre Borse asiatiche che hanno messo a segno la settimana di maggiori rialzi da maggio. A spingere i mercati anche la speculazione crescente che al referendum in Gran Bretagna possa vincere il fronte del 'Remain'.

Wall Street ieri ha chiuso con il Dow Jones in aumento dello 0,53% a 17.733,10 punti. Il Nasdaq è avanzato dello 0,21% a 4.844,91 punti mentre lo S&P 500 ha messo a segno un progresso dello 0,32% a 2.078,07 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS