Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha avviato le contrattazioni con l'indice SMI dei principali titoli che dopo i primi scambi segna un rialzo dello 0,37% rispetto a ieri a 8.306,98 punti, mentre l'indice complessivo sale dello 0,31% a quota 9.084,57.

Avvio di seduta positivo anche a Londra (Ftse 100 +0,10% a 7.147 punti), Francoforte (Dax +0,12% a 11.642 punti), Milano (Ftse Mib +0,43% a 18.971 punti) e Parigi (Cac 40 +0,22% a 4.804 punti).

Stamane la Borsa di Tokyo ha terminato l'ultima seduta della settimana piatta, con gli investitori che attendono di conoscere maggiori dettagli sulla politica della nuova amministrazione di Washington, mentre lo yen forte continua a penalizzare l'export: l'indice Nikkei ha segnato una variazione dello 0,02% a quota 19.918,20.

Fiacche anche le altre Borse asiatiche mentre dalla Cina arrivano segnali di una stretta monetaria, con un innalzamento dei tassi sulle operazioni mercato aperto, e dopo che l'indice pmi manifatturiero di gennaio ha deluso le attese degli analisti.

Wall Street ieri sera ha chiuso debole: il Dow Jones ha perso lo 0,03% a 19.884,84 punti, il Nasdaq ha ceduto lo 0,11% a 5.636,20 punti, mentre lo S&P 500 è salito dello 0,06% a 2.280,83 punti.

Oggi dagli Usa sono attesi i dati sulla sull'occupazione di gennaio mentre prosegue la stagione delle trimestrali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS