Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha avviato le contrattazioni in leggero rialzo con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna una progressione dello 0,27% a 8.724,77 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,24% a quota 8.986,80.

Apertura in progresso anche per Londra (Ftse 100 +0,25% a 6.154 punti), Parigi (Cac 40 +0,18% a 3.623 punti), Milano (Ftse Mib +0,40% a 21.624 punti) e Francoforte (Dax +0,43% a 10.719 punti).

Chiusura in rosso, ieri, per la Borsa di Wall Street. A fine seduta il Dow Jones ha ceduto lo 0,92% a 17.568 punti, mentre l'indice tecnologico Nasdaq ha lasciato sul terreno 0,07% a 5.098 punti.

Nuova chiusura in calo anche per la Borsa di Tokyo, che come i mercati finanziari di Wall Street e del Vecchio Continente ha risentito del calo del prezzo del greggio. L'indice Nikkei ha perso lo 0,98% a 19.301 punti, 'ignorando' il balzo registrato dagli ordini di macchinari: a ottobre gli ordini 'core' sono aumentati del 10,7% rispetto al mese precedente a un valore di circa 903,8 miliardi di yen, ben superiore alle attese stimate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS