Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha avviato le contrattazioni in ribasso, con l'indice SMI dei titoli guida che dopo i primi scambi segna una flessione dello 0,62% a quota 8'026.48 mentre l'indice globale SPI cede lo 0,48% a 8'703.42 punti.

Pesano sui listini soprattutto i finanziari - CS Group (-1,59%), UBS (-1,41%) e Julius Bär (-0,96%) - e il comparto del lusso - Richemont -1,32% e Swatch Group -1,22%. In forte calo anche Lafargeholcim (-1,56%).

Tra le principali Borse europee Londra cede in apertura lo 0,60% (Ftse 100 a 6.194 punti), Parigi lo 0,34% (Cac 40 a 4.390 punti), Francoforte lo 0,64% (Dax a 10.024 punti) e Milano lo 0,39% (Ftse Mib a 17.693 punti).

Cauta l'ultima seduta della settimana nelle borse dell'area Asia-Pacifico: i mercati guardano ai meeting della Fed e della Banca del Giappone la prossima settimana e al potenziale rischio sistemico legato al referendum sulla Brexit la settimana successiva. La Borsa di Tokyo ha terminato le contrattazioni in flessione dello 0,40%, con l'indice Nikkei a quota 16'601,36.

Chiusura in calo ieri sera per Wall Street, col Dow Jones che ha perso lo 0,11% a 17.985,60 punti e il Nasdaq lo 0,32% a 4.958,62 punti. È finito in territorio negativo anche l'indice S&P500 che ha ceduto lo 0,17% a 2.115,54 punti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS