Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Poco dinamismo stamani alla borsa svizzera: alle 11.25 l'indice dei valori guida SMI segnava 8832,82 punti (+0,18% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in crescita dello 0,17% a 8714,60 punti.

Stando agli operatori il sentimento di base è tuttora positivo, ma gli investitori tendono a muoversi con i piedi di piombo a causa dei focolai di crisi. Mancano inoltre gli impulsi in grado di orientare decisamente i corsi.

L'attenzione si concentra quindi sui singoli titoli, primo fra tutti ABB (+1,35%): nella giornata degli investitori è stato annunciato un obiettivo di crescita del fatturato del 4-7% annuo e un programma di riacquisto di azioni. Meno tonici sono gli altri valori particolarmente sensibili alla congiuntura come Adecco (-0,14%), Geberit (+0,13%) e Holcim (+0,61%).

In negativo si muovono i bancari UBS (-0,36%), Credit Suisse (-0,12%) e Julius Bär (-0,23%), come pure gli assicurativi Swiss Re (-0,98%) - che soffre per un cambiamento di raccomandazione da parte di Credit Suisse - e Zurich (-0,36%).

Contribuisce a sostenere il listino Novartis (+0,80%), che può contare su un giudizio positivo di JPMorgan, mentre fermi al palo sono ancora gli altri due pesi massimi difensivi Nestlé (-0,07%) e Roche (-0,04%).

Nel mercato allargato hanno informato sull'andamento degli affari nel primo semestre Partners Group (+3,98%), Santhera (+8,55%), Jungfraubahn (invariata) e MCH (+1,46%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS