Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mattinata senza chiari segnali da parte della Borsa svizzera, dopo la giornata in netta crescita di ieri. Partiti al rialzo, i listini sono scesi sotto la parità poco dopo l'avvio delle contrattazioni, per poi tornare in positivo, anche se a bassi livelli. Alle 11.25, l'indice SMI dei titoli guida segnava un +0,14% a 8316,68 punti e l'indice allargato SPI cresceva dello 0,17% a 7911,12 punti.

Sotto osservazione oggi Julius Baer che lascia sul terreno l'1,86%, e ciò benché il gruppo bancario zurighese abbia annunciato un incremento degli attivi sotto gestione del 31% dall'inizio dell'anno a 249 miliardi di franchi.

Questi dati superano le attese degli analisti i quali, secondo l'agenzia AWP, avevano stimato un somma di 234 miliardi. Tra gli altri bancari, UBS avanza dello 0,59% e Credit Suisse dello 0,49%.

Tra gli assicurativi, Zurich cresce dello 0,70%, sulla scia dei guadagni di ieri in seguito alla pubblicazione dei risultati, giudicati positivamente dagli analisti. Swiss Re sale dello 0,12%.

I pesi massimi Roche (-0,24%) e Novartis (-0,07%) appesantiscono i listini, mentre Nestlé compensa questo effetto negativo avanzando dello 0,45%.

Ancora in positivo i titoli del lusso, con Richemont che progredisce dello 0,72% e Swatch dello 0,26%. Syngenta cede lo 0,83%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS