Navigation

Borsa svizzera prosegue in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 ottobre 2011 - 15:41
(Keystone-ATS)

Andamento positivo per la Borsa svizzera anche nel pomeriggio, sebbene gli indici non si situino più sui massimi di giornata. Alle 15.30 l'SMI guadagna l'1,36% a 5'579.71 punti, l'SPI l'1,35% a 5'041 punti.

Nel primo pomeriggio il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha comunicato di aver deciso di lasciare invariato all'1,50% il tasso di riferimento principale in Eurolandia, come atteso dal mercato. Tuttavia il presidente della Bce Jean-Claude Trichet ha avvertito che nell'area euro l'incertezza è "elevata" e i "rischi al ribasso si sono intensificati". Questi ha anche spiegato che il consiglio direttivo della Bce ha deciso di condurre due operazioni straordinarie con prestiti illimitati alle banche ad almeno 12 mesi. Tornano, inoltre, gli acquisti dei covered bond.

Intanto negli Stati Uniti le richieste di sussidio di disoccupazione la settimana scorsa sono aumentate di 6'000 unità a quota 401'000. Gli economisti avevano previsto un rialzo a 410'000 unità.

Tra le blue chip elvetiche in evidenza soprattutto Adecco (+6,25%) e Syngenta (+4,19%). In forte progressione anche le due grandi banche, con Credit Suisse che guadagna il 2,51% e UBS il 2%, e gli assicurativi Zurich Financial Services (+2,67%) e Swiss Re (+1,94%). Crescono di oltre due punti percentuali anche Givaudan (+2,50%), ABB (+2,38%), Swatch Group (+2,15%) e Richemont (+2,08%) Quanto ai pesi massimi difensivi, Novartis sale dell'1,28%, Nestlé dell'1,12% mentre Roche scende dello 0,28%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?