Navigation

Borsa svizzera prosegue in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 gennaio 2015 - 11:39
(Keystone-ATS)

Prosegue positiva la seduta della Borsa svizzera, che ha anche ampliato i guadagni rispetto all'apertura. La piazza zurighese continua così a muoversi in controtendenza con gli altri mercati, che hanno reagito negativamente al fatto che il Comitato federale del mercato aperto (Fomc) della Federal Reserve americana abbia rimarcato la volontà di procedere al rialzo dei tassi entro la fine del 2015. Alle 11.20 l'SMI sale dello 0,81% a 8'378.55 punti, l'SPI dello 0,80% a 8'245.04 punti.

Il listino principale è trainato soprattutto dai pesi massimi difensivi: Nestlé avanza dell'1,51% dopo che Berenberg ha migliorato la propria raccomandazione, Novartis dell'1,47% e Roche - in forte calo ieri dopo aver presentato utili in discesa nel 2014 - dello 0,40%.

Positivi ma distanti tra loro i bancari, con Credit Suisse in progressione dell'1,35%, UBS dello 0,53% e Julius Bär dello 0,05%. Rialzi solidi per gli assicurativi: +0,92% per Zurich e +0,67% per Swiss Re. Pesante invece il lusso, con Swatch che cede l'1,34% e Richemont lo 0,46% dopo l'abbassato delle raccomandazioni da parte di Credit Suisse e Barclays.

Givaudan, che ieri ha perso il 3,73%, sale dello 0,67% dopo la pubblicazione dei risultati per il 2014, in linea con le attese. Nel mercato allargato da segnalare che Hochdorf lascia sul terreno il 2,44% e Ascom l'1,09%. Entrambi hanno reso noto oggi cifre relative all'esercizio appena concluso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.