Navigation

Borsa svizzera prosegue in rialzo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 dicembre 2019 - 11:31
(Keystone-ATS)

La borsa svizzera prosegue in positivo, con l'indice SMI dei principali titoli che in fine di mattinata segna 10'710,86 punti, in crescita dello 0,29%, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,34% a quota 12'939,40 punti.

La settimana di Natale si apre senza grandi impulsi, se non il record fatto segnare dagli indici azionari statunitensi. Sullo sfondo permane l'attesa per i contenuti dell'accordo tra le delegazioni di Usa e Cina sul fronte del commercio globale.

Sulla piazza zurighese, il segmento del lusso va a gonfie vele, con Richemont (+1,60%) e Swatch (+1,25%) che stanno dominando il listino.

In progressione anche Roche (+0,67%) dopo aver annunciato di aver concluso un accordo di licenza con il laboratorio statunitense Sarepta Therapeutics per la commercializzazione della terapia genica SRP-9001 destinata alle persone affette da distrofia muscolare di Duchenne (DMD). A sostenere il listino anche gli altri pesi massimi difensivi Novartis (+0,65%) e Nestlé (+0,21%).

In forte difficoltà Credit Suisse (-1,14%), che oggi ha informato in merito a un nuovo caso di pedinamento ai danni di un dipendente. Tra i bancari male anche UBS, in flessione dello 0,45%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.