Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue altalenante la seduta della Borsa svizzera, con gli indici che continuano ad oscillare sopra e sotto la parità. Alle 11.15 l'SMI cede lo 0,30% a 8'654.45 punti, l'SPI lo 0,25% a 8'855.72 punti.

I mercati sono senza spunti in una giornata priva di dati macroeconomici e notizie aziendali di rilievo, con l'attesa concentrata sulle scelte della Federal Reserve, che mercoledì pubblicherà il "beige book" sulla politica monetaria.

Tra le blue chip elvetiche pesante LafargeHolcim (-1,33%). Il gigante del cemento, nato tre mesi fa dalla fusione di Holcim con la francese Lafarge, ha nominato l'olandese Ron Wirahadiraksa alla carica di direttore finanziario. Gli analisti si dicono sorpresi, visto che il management era appena stato formato con l'unione dei due gruppi. Con il nuovo CFO vengono considerate probabili nuove misure di risparmio. Tra gli altri ciclici, ABB segna un +0,05%, Adecco un -0,07% e Geberit un -0,41%. Bene Credit Suisse che avanza dell'1,14%.

Quanto ai pesi massimi difensivi, Roche (-0,08%) ha vinto il primo bando in Europa per uno screening primario del papilloma virus umano (HPV) nei Paesi Bassi, ottenendo così l'aggiudicazione per il programma nazionale di prevenzione del cancro al collo dell'utero.

Da parte sua Novartis (-0,74%) ha presentato durante un congresso nuovi risultati clinici positivi per il preparato contro la psoriasi Cosentyx. Inoltre ha accresciuto la sua partecipazione nel gruppo israeliano Gamida Cell, attivo nella ricerca e nello sviluppo di terapie a base di cellule staminali. Nestlé perde intanto lo 0,07%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS