Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue positiva la seduta della Borsa svizzera, anche se gli indici hanno ridotto leggermente i guadagni rispetto all'apertura: alle 11.35 circa lo SMI sale dello 0,14% a 9'133.03 punti, lo SPI dello 0,21% a 9'137.32 punti.

Le blue chip sono tutte al rialzo, eccetto Nestlé che rimane invariata, Givaudan (-0,11%), Richemont (-0,54%), Transocean (-0,69%) e il peso massimo difensivo Roche (-0,57%), che soffre di una previsione fatta dal broker britannico Liberum su un'eventuale perdita di fatturato su medicamenti confrontati alla concorrenza di biosimilari. Il terzo peso massimo difensivo Novartis è invece leggermente positivo (+0,41%).

Sotto i riflettori il titolo di UBS (+0,69%), che ha pubblicato oggi il suo rapporto di gestione 2014. Dal documento si evince tra l'altro che la banca elvetica numero uno ha concluso un accordo nel quadro di una denuncia collettiva negli Stati Uniti concernente manipolazioni dei tassi di cambio. UBS verserà 135 milioni di dollari (135,8 milioni di franchi) ai promotori dell'azione legale. L'intesa, firmata questo mese, deve ancora essere approvata da un tribunale americano.

Anche gli altri due bancari aumentano leggermente i propri guadagni: Credit Suisse sale dello 0,36% e Julius Bär dello 0,22%.

Swatch, che ha tenuto la conferenza stampa di bilancio ieri mostrandosi ottimista per il 2015, è anche oggi nettamente in rialzo (+1,81%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS