Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Anche nel pomeriggio, le contrattazioni alla borsa svizzera proseguono senza sussulti. Verso le 15.00, l'indice dei titoli guida SMI cedeva lo 0,15% a 6444,55 punti. Sul mercato allargato, l'SPI perdeva lo 0,22% a 5951,90 punti.

Nemmeno dati macroeconomici provenienti dagli Usa hanno scosso dal torpore gli operatori. Negli Stati Uniti, gli ordini di beni durevoli sono aumentati del 4,2% a luglio. Si tratta di un dato alle attese di un +2,5%. Al netto dei trasporti si è registrato un calo dello 0,4%.

In un incontro con la cancelliera tedesca Angela Merkel, il primo ministro greco Samaras ha chiesto più tempo per attuare il piano di risanamento dei bilanci. Frattanto, la Banca Centrale Europea ha fatto sapere che aspetterà la decisione della Corte Costituzionale tedesca sul fondo salva-Stati Esm, prevista per il 12 settembre, prima di spiegare tutti i dettagli sul piano di acquisto dei titoli di Stato dei Paesi in difficoltà.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS