Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera rallenta leggermente ma rimane territorio positivo con l'indice SMI dei titoli guida che a due ore dalla chiusura segna un progresso dello 0,55% a 8'433,65 punti, mentre l'indice complessivo SPI sale dello 0,48% a quota 9'201,44.

Al centro dell'attenzione degli investitori vi è Actelion. Oggi è stato annunciato che Johnson & Johnson rileverà l'azienda farmaceutica basilese per 30 miliardi di dollari. L'operazione, che prevede anche lo scorporo delle attività di ricerca e sviluppo del gruppo svizzero, scalza la francese Sanofi che in passato aveva cercato di mettere le mani sulla casa farmaceutica.

L'offerta di J&J prevede che gli azionisti di Actelion ricevano 280 dollari in contanti per ogni azione detenuta, pari a un premio del 23% rispetto all'ultima quotazione di ieri. La transazione è stata accolta molto favorevolmente dai mercati e il titolo in borsa sta progredendo di quasi il 20%. Nel comparto farmaceutico appaiono orientati al rialzo anche Novartis (+1,19%) e Roche (+1,06%), mentre il colosso dell'alimentare Nestlé - il terzo peso massimo difensivo - sembra arrancare (-1,08%).

Nel segmento del lusso cedono terreno Swatch (-0,25%) e Richemont (-0,58%), dopo la pubblicazione delle statistiche sulle esportazioni orologiere, che nel 2016 hanno subito una brusca frenata per il secondo anno consecutivo. Le vendite all'estero sono scese del 9,9% a 19,41 miliardi di franchi.

Contrastati i valori bancari, con Julius Bär che cresce dello 0,51%, mentre scivolano all'indietro, dopo i guadagni degli scorsi giorni, Ubs (-0,64%) e Credit Suisse (-0,57%). Nemmeno gli assicurativi seguono una tendenza unitaria, con Zurich Insurance in progresso dello 0,24%, Swiss Life sulla soglia della parità (+0,07%) e Swiss Re in flessione dello 0,53%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS