Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rimane debole la borsa svizzera in una fase in cui gli investitori sono prudenti in attesa della riunione della Banca centrale europea di giovedì. In questo contesto soffrono i titoli bancari e anche i cosiddetti "pesi massimi".

L'indice SMI dei titoli guida cede, verso le 15.30, lo 0,89% a 6'380.20 punti, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,82% a quota 5'899.87.

Tra le blue chip due soli titoli - Swisscom (+0,47%) e Actelion (+0,59%) - sono in territorio positivo. Perdono terreno UBS (-1,12%), Credit Suisse (-1,47%) e Julius Bär (-1,09%), così come gli assicurativi Zurich Insurance (-0,39%) e Swiss Re (-0,33%).

Le aziende farmaceutiche Novartis e Roche sono in discesa rispettivamente dello 0,97% e dell'1,09%. Il gigante dell'alimentare Nestlé perde lo 0,92%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS