Rimane debole la borsa svizzera in una fase in cui gli investitori sono prudenti in attesa della riunione della Banca centrale europea di giovedì. In questo contesto soffrono i titoli bancari e anche i cosiddetti "pesi massimi".

L'indice SMI dei titoli guida cede, verso le 15.30, lo 0,89% a 6'380.20 punti, mentre l'indice complessivo SPI arretra dello 0,82% a quota 5'899.87.

Tra le blue chip due soli titoli - Swisscom (+0,47%) e Actelion (+0,59%) - sono in territorio positivo. Perdono terreno UBS (-1,12%), Credit Suisse (-1,47%) e Julius Bär (-1,09%), così come gli assicurativi Zurich Insurance (-0,39%) e Swiss Re (-0,33%).

Le aziende farmaceutiche Novartis e Roche sono in discesa rispettivamente dello 0,97% e dell'1,09%. Il gigante dell'alimentare Nestlé perde lo 0,92%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.