Rimane debole in fine di mattinata la Borsa svizzera, con l'indice dei valori guida SMI a 8'508.51 punti, in arretramento dello 0,28%, mentre il listino globale SPI cede lo 0,32% a quota 8'426.10.

In forte calo UBS (-2,08%), dopo i risultati trimestrali di ieri e i timori sorti in relazione ai nuovi contenziosi venuti alla luce in Francia e negli Stati Uniti. Perdono terreno anche Credit Suisse (-0,47%) e Julius Bär (-1,25%), così come gli assicurativi Zurich Insurance (-1,48%) e Swiss Re (-0,19%).

Pesa sul listino principale Nestlé (-0,51%), mentre meglio fanno gli altri due titoli difensivi, con Novartis in progressione dello 0,31% e Roche dello 0,60%.

Negativi i titoli particolarmente sensibili alla congiuntura: Holcim oggi ha annunciato risultati in calo sul primo semestre e la notizia non è per nulla piaciuta agli investitori al punto che il titolo sta perdendo oltre il 5%. Adecco regredisce dello 0,79%, Geberit dello 0,26% e ABB dello 0,84%.

Sul mercato allargato hanno informato sui risultati trimestrali Clariant (-1,15%), Bucher (+0,45%) e Vontobel (-0,91%).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.