Navigation

Borsa svizzera rimane negativa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 dicembre 2019 - 11:38
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera rimane in territorio negativo in fine di mattinata, con l'indice SMI dei principali titoli che verso le 11.30 segna una flessione dello 0,37% a 10'690,30 punti, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,40% a quota 12'920,49.

In calo anche le principali borse europee, con le prese di beneficio in vista della pausa di fine anno. Gli scambi sono ridotti per effetto delle festività e gli investitori guardano al nuovo anno con i nodi da sciogliere relativi alla Brexit e ai dazi.

I listini di Zurigo sono trascinati al ribasso dai pesi massimi difensivi Nestlé (-0,66%), Novartis (-0,32%) e Roche (-0,50%), mentre in controtendenza rispetto all'andamento generale risultano i bancari UBS (+0,29%) e Credit Suisse (+0,23%). Sopra la soglia della parità, sul mercato allargato, anche Julius Bär (+0,10%).

Avanza pure il segmento del lusso, con Swatch che segna una progressione dello 0,11% e Richemont dello 0,13%. Deboli invece i titoli ciclici: ABB perde lo 0,72%, Sika lo 0,76% e Geberit lo 0,65%.

Sul mercato allargato Obseva cede il 2,63%, mentre Molecular Partners allunga dell'1,60%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.