Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I listini della Borsa svizzera continuano a muoversi al di sotto della parità anche nel primo pomeriggio. Alle 15.10 l'SMI cede lo 0,75% a 8'641.13 punti, l'SPI lo 0,74% a 8'835.50 punti.

Tra le blue chip particolarmente sotto pressione Syngenta (-3,79%), Transocean (-3,19%), LafargeHolcim (-2,38%), Swatch (-2,34%) e Zurich (-2,05%).

Pesanti anche i bancari dopo la pubblicazione di un articolo dell'agenzia finanziaria americana Bloomberg secondo cui il Dipartimento federale delle finanze (DFF) sarebbe sul punto di imporre alle grandi banche un requisito di capitale proprio (leverage ratio) di almeno il 5%. Credit Suisse segna una flessione dell'1,70%, UBS dell'1,58% e Julius Bär dell'1,69%.

In controtendenza Nestlé (+0,07%), e Roche (+0,31%), mentre Novartis scende dello 0,56%.

Nel mercato allargato Kühne+Nagel e Bossard, che hanno presentato oggi cifre relative ai primi nove mesi, progrediscono rispettivamente del 3,01 e dello 0,98%, mentre Schmolz+Bickenbach, che ha lanciato avvertimento sugli utili 2015, si contrae del 4,41%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS