Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera si sta mantenendo in territorio negativo anche nel primo pomeriggio. Verso le 15.00 il listino principale SMI segnava 7'676.10 punti, in calo dello 0,84%. L'indice allargato SPI era a quota 7'253.87 (-0,70%). L'andamento nel pomeriggio dipenderà dai dati congiunturali sulla disoccupazione e dall'apertura di Wall Street.

Fra i titoli guida l'unico in crescita è Givaudan, che sale dell'1,46%. Fra i bancari, UBS scende dell'1,65%, Credit Suisse dell'1,27% e Julius Bär dello 0,80%. Male anche gli assicurativi con Swiss Re in calo del 2,55% e Zurich dello 0,73%.

Quanto ai pesi massimi difensivi, nessuno sostiene il mercato: Nestlé perde lo 0,56%, Novartis lo 0,74% e Roche lo 0,64%. Stamane il gruppo farmaceutico basilese ha annunciato l'acquisizione di Constitution Medical Investors (CMI), una società americana specializzata nei test ematologici.

Fra i titoli più sensibili alle oscillazioni della congiuntura, ABB scende dell'1,30%, Adecco dello 0,46%, Geberit dell'1,04%, mentre Holcim lascia sul terreno l'1,77%. Nel comparto del lusso, Richemont è in flessione dell'1,01%, Swatch Group dell'1,63%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS