Continua in netto calo la seduta della Borsa svizzera: alle 15.15 l'SMI cede lo 0,93% a 8'331.76 punti, l'SPI lo 0,99% a 8'246.93 punti. A incidere negativamente sono le tensioni internazionali, il default dell'Argentina e il fallimento dell'Accordo per le facilitazioni commerciali (Fta) nell'ambito dell'Organizzazione mondiale del commercio (Wto).

Nel listino principale maglia nera è la sempre volatile Transocean (-2,62%). Perdono oltre un punto percentuale anche Givaudan (-1,81%), ABB (-1,43%), Nestlé (-1,41%), UBS (-1,34%), Richemont (-1,21%) così come Julius Bär e Swiss Re (entrambe -1,03%). In controtendenza solo Actelion (+0,91%) e Credit Suisse (+0,28%).

Sul mercato allargato da segnalare che Evolva, la quale ha annunciato oggi il rilevamento dell'azienda britannica Prosarix, lascia sul terreno il 6,92%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.