Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In un mercato volatile, i listini alla borsa svizzera hanno mantenuto i guadagni messi a segno in apertura delle contrattazioni. Poco dopo le 11.30, l'indice SMI dei titoli guida cresceva dello 0,30% a 8108,99 punti. Sul mercato allargato, l'SPI avanzava dello 0,34% a 7709,12 punti.

Tra i titoli in evidenza figura Actelion, che avanza del 5,26% sulla scia della notizia che la Food and Drug Administration (FDA) ha dato il via libera alla commercializzazione negli Stati Uniti dell'ultimo preparato della società basilese - l'Opsumit - per la cura dell'ipertonia polmonare arteriosa. Tale farmaco dovrà sostituire il Tracleer, prodotto dalla stessa azienda. Tra gli altri titoli farmaceutici, Roche sale dello 0,41%, Novartis dello 0,59%.

Appesantisce il listino Nestlé, in perdita dello 0,31%. Contrastati i bancari: Ubs è invariata, mentre il Credit Suisse arretra dello 0,17%. Julius Baer guadagna lo 0,61%.

Tra gli assicurativi, Zurich cresce dello 0,87% e Swiss Re dello 0,13%.

Nel mercato allargato, Sonova sale dell'1,83%. L'azienda ha raggiunto un'intesa nel conflitto che oppone la sua filiale americana Advanced Bionics a diversi pazienti per via di un impianto cocleare difettoso. L'impresa ha firmato una serie di accordi extragiudiziali con la maggioranza delle persone toccate dal problema. L'ammontare del risarcimento non è stato rivelato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS