Navigation

Borsa svizzera sempre positiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2011 - 11:42
(Keystone-ATS)

La decisione della Fed americana di lasciare invariati i tassi di interesse ha ridato fiato alle borse europee, trascinate dalla chiusura positiva di Wall Street. Verso le 11.30, l'indice delle blue chip SMI saliva dell'1,39% a 5067,40 punti. Sul listino allargato, l'SPI avanzava dell'1,38% a 4634,18 punti.

In netto recupero i titoli bancari e assicurativi. Al momento, UBS cresce del 3,30%, Credit Suisse dell'1,75% e Julius Baer dello 0,91%. Swiss Re è in progressione del 2,30% e ZFS del 2,39%. Tra i pesi massimi, aumenti più contenuti; Roche avanza dello 0,32% e Novartis dello 0,24%. Meglio Nestlé: +1,65%. L'azienda vodese, tra i leader mondiali dell'alimentazione, ha realizzato un utile netto di 4,703 miliardi di franchi nel primo semestre, in lievissimo calo di 10 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il fatturato ha raggiunto 41,004 miliardi, in calo di 2,17 miliardi.

Più contrastata la situazione tra i titoli ciclici. Mentre ABB guadagna il 4,26%, Holcim perde lo 0,02%, Lonza il 3,15% e Adecco addirittura il 4,89%. La principale società mondiale attiva nel settore dell'intermediazione di impieghi temporanei ha migliorato i risultati nel secondo trimestre realizzando un utile netto di 141 milioni di euro (149 milioni di franchi), con una progressione del 45% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Il fatturato è cresciuto dell'11%, a 5,17 miliardi di euro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?