Navigation

Borsa svizzera sempre positiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2013 - 15:30
(Keystone-ATS)

Si mantiene al di sopra della soglia della parità la Borsa svizzera, con l'indice SMI dei titoli guida che poco dopo le 15.00 segna una progressione dell'1,58% a 7'943.64 punti, mentre l'indice globale SPI avanza dell'1,48% a quota 7'508.11.

Dopo la chiusura per la festività del Primo Agosto, Zurigo sta recuperando i guadagni che le altre piazze borsistiche hanno messo a segno il giorno precedente sulla scia delle politiche monetarie espansive annunciate dalla Banca centrale europea e dalla Fed americana.

Tutte le blue chip sono di segno positivo, con guadagni superiori al 2% per Actelion, Adecco, Credit Suisse, Ubs, Nestlé, Richemont, Swatch e Transocean.

Oggi Credit Suisse ha reso noto di aver ceduto il suo Customized Fund Investment Group (CFIG) alla società americana Grosvenor Capital Management, per un ammontare, secondo il "Wall Street Journal", di 200 milioni di franchi.

Sempre oggi dagli Stati Uniti è giunta notizia che il tasso di disoccupazione è calato in luglio al 7,4% dal 7,6% di giugno. L'economia americana ha creato 162.000 posti di lavoro, meno comunque dei 185.000 attesi dal mercato.

Sulla borsa di Zurigo ha avuto un impatto favorevole l'indice svizzero dei responsabili degli acquisti (Purchasing Manager's Index, PMI), che a luglio ha registrato una crescita di 5,5 punti raggiungendo quota 57,4, il livello più elevato da maggio del 2011.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.