Navigation

Borsa svizzera sempre sopra la parità

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 gennaio 2020 - 11:36
(Keystone-ATS)

Prosegue sopra la parità l'andamento della Borsa svizzera, dopo la flessione di ieri dovuta alle tensioni tra Iran e Stati Uniti.

Poco prima delle 11.20, l'indice principale SMI saliva dello 0,70% a 10'739.79 punti. L'indice completo SPI guadagnava lo 0,71% a 12'991.09 punti.

In evidenza oggi i bancari, col Credit Suisse che avanzava del 2,20% e Ubs del 2,28%. Quest'ultima banca ha reso noto oggi di aver riorganizzato il settore del private banking in Europa.

In crescita anche gli assicurativi, con Zurich che avanzava dello 0,47%, Swiss Life dello 0,87% e Swiss Re dello 0,55%. Ricercati anche i difensivi: Roche guadagnava lo 0,67%, Novartis lo 0,80% e Nestlé lo 0,04%.

Positivi anche i titoli del lusso, con Swatch e Richemont che segnavano entrambi un +1,57%. Tra i ciclici, ABB saliva dello 0,55% e LafargeHolcim dello 0,49%. Alcon e Swisscom avanzavano rispettivamente dello 0,85% e dello 0,66%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.