Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Borsa svizzera ha ampliato le perdite rispetto alla mattinata, nonostante la pubblicazione di alcuni dati macroeconomici positivi in Europa e negli Stati Uniti. Alle 15.15 l'SMI cede lo 0,93% a 8'227.88 punti, l'SPI lo 0,91% a 8'951.44 punti.

Il clima di fondo resta buono, ma i rischi sono in parte considerati elevati e quindi gli investitori realizzano i guadagni, ha rilevato un operatore. Un altro ha riferito che gli investitori attendono un calo dei corsi per tornare ad acquistare.

Tra le blue continua a brillare Geberit (+5,08%) dopo la presentazione dei conti semestrali. Il titolo ha raggiunto un nuovo record storico. In rialzo pure LafargeHolcim (+0,29%), mentre restando tra i ciclici ABB perde l'1,21% e Adecco lo 0,62%.

Sotto pressione i colossi farmaceutici Novartis (-1,43%) e Roche (-1,29%), nonché SGS (-1,23%), Givaudan (-1,21%) e UBS (-1,19%), così come gli assicurativi Swiss Re (-1,66%), Zurich (-1,30%) e Swiss Life (-0,92%).

Nel listino allargato Tecan guadagna l'8,15%, Looser il 2,62%, Forbo l'1,89% e Phoenix Mecano l'1,17%, mentre Tornos ed Elma non sono ancora state scambiate. VZ Holding lascia sul terreno il 10,14%, Schindler il 4,54%. Tutte hanno pubblicato oggi i risultati semestrali.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS