Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alla vigilia del voto sull'uscita della Gran Bretagna dall'UE la Borsa svizzera non riesce a trovare una direzione chiara: gli indici oscillano attorno alla linea di demarcazione. Alle 15.20 l'SMI cede lo 0,11% a 7'927.22 punti, l'SPI lo 0,10% a 8'584.78 punti.

Il listino principale è trainato al ribasso soprattutto dai tre pesi massimi difensivi: Nestlé perde lo 0,42%, Novartis lo 0,52% e Roche lo 0,77%.

In forte progressione invece i bancari - Credit Suisse sale dell'1,99%, UBS dell'1,28% e Julius Bär dell'1,11% - così come Zurich (+1,89%) dopo che Merrill Lynch ha migliorato la propria raccomandazione sul titolo del gruppo assicurativo.

Bene i ciclici, con ABB che avanza dello 0,49%, Adecco dello 0,69%, Geberit dello 0,40% e LafargeHolcim dello 0,97%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS