Navigation

Borsa svizzera si rafforza

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 15:50
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera prosegue la seduta in rialzo, con i listini che hanno pure ampliato i guadagni rispetto alla mattinata. Alle 15.10 l'SMI sale dello 0,98% a 10'769.03 punti, l'SPI dello 0,99% a 13'043.82 punti.

Tra le blue chip sempre in forte rialzo Swatch (+2,90%) e Richemont (+2,57%): la Cina è un importante sbocco per il settore del lusso e tra gli investitori cresce la fiducia che l'epidemia di coronavirus non sarà tanto forte come inizialmente pensato.

Guadagnano oltre il 2% anche i ciclici ABB (+2,30%), Sika (+2,19%) e Adecco (+2,15%) nonché Credit Suisse (+2,03%). Sempre sotto pressione invece SGS (-4,66%) in seguito al parziale disimpegno di un grande azionista. Si sono per contro portate sopra la parità Novartis (+0,01%) e Swisscom (+0,26%).

Nel mercato allargato hanno reso noto l'andamento degli affari nel 2019 Aluflexpack (+1,40%) e la Banca cantonale lucernese (LUKB, +1,70%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.