Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La borsa svizzera ha archiviato oggi una giornata di contrattazioni in crescita, coi listini in positivo fin dal mattino, sospinti dagli acquisti sui titoli difensivi trascinati da Novartis, e dai risultati positivi negli Usa di Ibm e Google. In chiusura, l'indice dei titoli guida SMI si è fermato a 7391,95 punti, in salita dell'1,37%. Sul mercato allargato, l'SPI è avanzato dell'1,25% a 6794,09 punti.

Sorvegliato speciale oggi è stato il gruppo farmaceutico basilese Novartis, il cui titolo ha guadagnato il 4,08% a 62,55 franchi. Novartis ha generato lo scorso anno un utile netto di 9,6 miliardi di dollari, in crescita del 4% rispetto al 2011. Il fatturato è invece calato del 3% a 56,7 miliardi.

Operatori hanno spiegato il balzo del titolo soprattutto col fatto che le previsioni formulate per il futuro non sono così negative come temuto. L'utile netto del 2012 è inferiore alle attese. Gli analisti interrogati dalla Reuters avevano pronosticato 9,9 miliardi.

Un po' a sorpresa, il presidente del consiglio di amministrazione Daniel Vasella ha detto che non solleciterà un nuovo mandato: alla sua successione è stato designato Jörg Reinhardt.

La concorrente di Novartis, Roche - che pubblicherà i dati 2012 la settimana prossima - ha messo a segno un +2,03% a 201,30 franchi. L'altro titolo difensivo Nestlé è salito dell'1,03% a 63,60 franchi.

Contrastati i bancari. Ubs è scesa dello 0,25% a 15,85 franchi e il Credit Suisse dell'1,68% a 26,32 franchi, mentre Julius Baer ha guadagnato lo 0,14% a 36,48 franchi. Tra gli assicurativi, Zurich Insurance è salita dello 0,86% a 257,40 franchi e Swiss Re dello 0,73% a 69,40 franchi.

Tra i titoli ciclici, Adecco è progredita del 2,33% a 52,75 franchi grazie a un giudizio positivo emesso da BNP Paribas.

Sul mercato allargato, Ascom è cresciuta del 7,41% a 10,15 franchi. Il gruppo tecnologico bernese ha realizzato nel 2012 un giro d'affari di 450 milioni di franchi, in progressione del 3% rispetto all'esercizio precedente. L'utile netto, secondo calcoli provvisori, dovrebbe attestarsi sui 20 milioni di franchi, in linea con i risultati del 2011. Questi risultati sono stati giudicati positivamente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS