Navigation

Borsa svizzera termina in flessione, SMI -0,30%

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 marzo 2012 - 17:55
(Keystone-ATS)

La Borsa svizzera, dopo essersi mossa per gran parte della giornata vicino alla parità, ha perso terreno sul finale di seduta, parallelamente al deterioramento di Wall Street. Il listino principale SMI ha chiuso a 6250,43 punti, in calo dello 0,30%. L'indice allargato SPI ha terminato a quota 5726,65 (-0,40%).

Nel pomeriggio è stato reso noto che gli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti in febbraio sono saliti del 2,2%. Gli economisti avevano previsto un incremento del 3%. Al netto della componente trasporti l'aumento è dell'1,6%.

A Zurigo ha inciso l'arretramento del titolo Nestlé, che ha perso lo 0,35% (a 56,55 franchi). UBS ha peggiorato la sua valutazione sull'azione del gruppo alimentare, hanno osservato gli operatori. Fra i due giganti farmaceutici, Novartis non ha registrato variazioni (50,10 franchi), mentre Roche ha guadagnato lo 0,88% (a 159,80 franchi).

Fra i bancari, UBS ha ceduto l'1,53% (a 12,83 franchi), mentre Credit Suisse è salito marginalmente (+0,11% a 26,43 franchi) e Julius Bär è in calo dello 0,80% (a 35,99 franchi). Negativi i valori guida assicurativi, con Swiss Re in discesa dello 0,77% (a 58,30 franchi) e Zurich Financial dello 0,41% (a 242,90 franchi).

Deboli anche i titoli più legati ai cicli congiunturali. ABB è in ribasso dello 0,92% (a 18,32 franchi), Adecco dello 0,81% (a 47,47 franchi) e Holcim dell'1,43% (a 58,45 franchi).

Nel listino allargato va segnalato il crollo di Petroplus (-62,50% a 0,27 franchi). Il consiglio di amministrazione dell'impresa in moratoria concordataria ha chiesto la revoca della società dalle negoziazioni alla Borsa svizzera. L'ultimo giorno di contrattazione dell'azione Petroplus dovrebbe essere fissato all'11 maggio.

Fra le società che hanno presentato oggi le cifre del 2011, sono in forte crescita Conzzeta (+7,16% a 2020,00 franchi) e Bobst (+5,52% a 25,80 franchi). Lo stesso vale, ma in misura minore, per la compagnia assicurativa Nationale Suisse (+3,28% a 36,25). Perdita di velocità invece per Valora, che ha lasciato sul terreno il 7,07% (a 209,00 franchi).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?