La borsa svizzera si avvicina alla soglia della parità: l'indice SMI dei titoli guida, a du ore dalla chiusura, segna una flessione frazionale dello 0,04% a 9'857,53 punti, mentre l'indice complessivo SPI scende dello 0,07% a quota 11'905,15.

Le Borse europee sono in rosso con i timori degli investitori sulla crescita economica della Cina dopo i dati sulla produzione industriale ai minimi dal 2002. Sui mercati pesano anche le tensioni in Medio Oriente e la situazione di stallo in cui si trovano le trattative Usa-Cina per il commercio internazionale.

I listini sulla piazza zurighese sono sostenuti Novartis (+0,40%) e Nestlé (+0,51%), mentre il terzo peso massimo Roche scivola dello 0,09%.

Contrastato il segmento del lusso: Swatch cede l'1,41%, mentre Richemont avanza dello 0,40%. Tutti negativi i bancari, con UBS in flessione dell'1,24% e Credit Suisse dello 0,39%. In evidenza Adecco, che allunga dell'1,98% dopo una raccomandazione di Morgan Stanley.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.