Dopo oltre un'ora di contrattazioni in territorio negativo la Borsa svizzera ha cominciato ad oscillare attorno alla parità. Alle 11.15 l'SMI guadagna lo 0,03% a 8'119.17 punti, l'SPI lo 0,08% a 8'791.39 punti.

Tra le blue chip in forte rialzo il lusso - Richemont avanza del 2,75% e Swatch del 2,24% - così come il settore finanziario: Julius Bär cresce del 2,26%, Swiss Life del 2,12%, Swiss Re dell'1,93%, Zurich dell'1,34% e UBS dell'1,21%, mentre Credit Suisse si muove controcorrente e perde lo 0,10%.

Tra i ciclici bene LafargeHolcim (+2,14%), Adecco (+1,60%) e ABB (+0,78%) mentre Geberit cede lo 0,51%. L'indice viene trainato al ribasso soprattutto dai pesi massimi difensivi: Nestlé è in calo dello 0,26%, Novartis dello 0,86% e Roche dello 0,43%.

Nel listino allargato in evidenza Adval Tech (+8,14%) che vende il comparto Molds al gruppo americano Barnes per 133 milioni di franchi.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.