Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Borsa svizzera vira in positivo

Dopo una mattinata al ribasso la borsa svizzera ha virato in positivo, anche se in seguito ha quasi azzerato i guadagni. Alle 15.10 l'indice dei valori guida SMI segnava 8777,47 punti (+0,05% rispetto a ieri), mentre il listino globale SPI era in progressione dello 0,03% a 8650,73 punti.

Il mercato è una volta ancora influenzato da Wall Street: i futures fanno infatti presagire un'apertura al rialzo del mercato americano. Intanto è giunta la correzione della crescita del prodotto interno lordo Usa nel secondo trimestre, un +4,6% in linea con le attese. Si attende ora l'indice sulla fiducia dei consumatori calcolata dall'università del Michigan.

La piazza elvetica guarda con insistenza oltre Atlantico anche perché oggi scarseggiano le notizie aziendali. In netto recupero rispetto ai minimi di giornata è ABB (+0,42%): in un'intervista il CEO Ulrich Spiesshofer ha parlato di possibili nuove acquisizioni nel 2015. Non hanno un orientamento comune gli altri valori particolarmente sensibili ai cicli economici come Adecco (-1,00%) , Geberit (invariata) e Holcim (+0,29%).

Positivi sono i bancari UBS (+0,78%), Credit Suisse (+0,15%) e Julius Bär (+1,13%) mentre nel comparto assicurativo Swiss Re (invariata) è meno tonica di Zurich (+0,57%).

Ha guadagnato parecchio terreno con il trascorrere delle ore Nestlé (+0,50%), che ora supera gli altri due pesi massimi difensivi, Novartis (-0,11%) e Roche (-0,04%).

Nel mercato allargato la notizia del giorno è l'offerta pubblica di acquisto lanciata dalla tedesca Kuka su Swisslog (+5,51%): l'azione è salita a 1,34 franchi, praticamente in linea con gli 1,35 franchi proposti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.