Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I Cantoni hanno versato nel 2012 complessivamente circa 318 milioni di franchi per borse e prestiti di studio. Ne hanno approfittato circa 50'000 studenti, ha indicato oggi l'Ufficio federale di statistica (Ust). I contributi alla formazione variano molto tra cantone e cantone.

Le borse di studio ammontano a 302 milioni, i prestiti a poco meno di 16 milioni. Dopo aver raggiunto un apice di 357 milioni nel 1993, i contributi alla formazione sono scesi fino a 300 milioni nel 2009, per poi risalire a 328 nel 2010 e ridiscendere di nuovo. Considerato il rincaro l'ammontare globale delle borse è diminuito del 22% dal 1993, quello dei prestiti del 57%.

La Confederazione ha sussidiato gli studi nel 2012 con una somma di 25 milioni di franchi, quasi 100 milioni in meno rispetto al 1993. Allora Berna partecipava ancora per quasi un terzo alle spese dei Cantoni. Nel 2012 la quota federale è scesa all'8%.

A livello svizzero le borse di studio ammontavano in media l'anno scorso a 6500 franchi. I contributi medi più alti sono stati versati da Vaud (9100 franchi) e Zurigo (8400). I Cantoni più tirchi sono stati Vallese e Neuchâtel, con rispettivi 4600 e meno di 4000 franchi. Il Ticino figura nella seconda metà dalla classifica, con circa 5.600 franchi.

Il Vallese si è per contro distinto per il maggior numero di studenti beneficiari di borse di studio in rapporto con la popolazione, insieme a Grigioni e Giura. A chiudere la classifica sono in questo ambito Glarona, Zurigo e Zugo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS