Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I borseggiatori diventano sempre più sofisticati in Francia: si travestono da finti turisti con la macchina fotografica al collo, si spostano in taxi e alloggiano all'hotel, guadagnando fino a 5.000 euro al mese.

La polizia francese ha appena smantellato una gang proveniente dalla Romania che tra il 2012 e il 2013 ha realizzato furti tra i visitatori del Museo del Louvre e della Reggia di Versailles, tra i siti turistici più frequentati. Il target preferito sono gli asiatici, noti per avere l'abitudine di viaggiare con molto contante in tasca. Il gruppo si era assicurato la complicità di un sorvegliante del museo, pagato profumatamente, almeno 2.500 euro mensili, per non intervenire.

I due capi dell'organizzazione, arrestati nei giorni scorsi in Romania dalla polizia locale, saranno estradati in Francia nelle prossime ore mentre altre 10 persone, uomini e donne, che appartengono alla rete e si trovavano sul territorio francese per commettere materialmente i furti sono state già incarcerate a Parigi. Vivevano in albergo e si spostavano in taxi e potevano guadagnare fino a 5.000 euro al mese.

Intanto il ministero dell'Interno ha annunciato nuove misure per rafforzare la sicurezza dei turisti durante l'estate. In particolare ci saranno poliziotti cinesi che affiancheranno quelli francesi per limitare il numero di aggressioni ai loro compatrioti.

SDA-ATS