Tutte le notizie in breve

Un poliziotto di guardia a Dortmund (foto d'archivio)

Keystone/EPA/SASCHA STEINBACH

(sda-ats)

Anche la seconda persona finita nel mirino degli investigatori per l'attacco contro l'autobus del Borussia Dortmund non è più sospettata di essere coinvolta nelle esplosioni.

"Il sospetto non è stato comprovato", ha spiegato una portavoce della procura federale tedesca. Non ci sono indizi di un suo coinvolgimento nel fatto, ha aggiunto.

L'appartamento dell'uomo, un 28enne tedesco di Froendenberg, vicino Dortmund, era stato perquisito ieri, al pari di quello di un 26enne iracheno che era stato arrestato. Anche nei confronti di quest'ultimo non sono state trovate prove.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve