Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SARAJEVO - Radovan Karadzic, ex leader politico dei serbi di Bosnia Erzegovina sotto processo all'Aja per genocidio e crimini contro l'umanità, è stato insignito oggi del più alto riconoscimento da parte del suo partito politico, SDS, che ha celebrato il 20esimo anniversario della sua fondazione.
Lo stesso riconoscimento è andato a Momcilo Krajisnik, già membro della presidenza collettiva bosniaca e presidente del parlamento dell'entità serba della Bosnia, condannato a venti anni di reclusione dalla Corte ad hoc dell'ONU all'Aja. I riconoscimenti sono stati annunciati dal partito alla vigilia delle commemorazioni per il 15mo anniversario della strage di Srebrenica, l'uccisione di oltre 8 mila musulmani ad opera delle forze serbo-bosniache comandate dal leader militare dei serbi di Bosnia, Ratko Mladic, ancora a piede libero. Proprio per le sue responsabilità nella strage Karadzic è chiamato a rispondere dai giudici dell'Aja dell'accusa di genocidio. Domani a Srebrenica è prevista tra le altre la cerimonia di sepoltura dei resti - recentemente identificati - di 775 vittime della strage.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS