Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Bosnia: tafferugli fra polizia serba e madri Srebrenica

La polizia serbo-bosniaca ha cercato di impedire oggi a un centinaio di Madri di Srebrenica di deporre fiori in uno dei luoghi del massacro del luglio 1995. Sono scoppiati tafferugli, nei quali alcune donne sono rimaste leggermente ferite.

L'incidente, secondo i media locali, è avvenuto a Kravica, non lontano da Srebrenica, dove 18 anni fa furono uccisi 1.200 degli oltre 8 mila musulmani sterminati dalle truppe serbo-bosniache di Ratko Mladic. Gli agenti hanno inizialmente bloccato le decine di donne sostenendo che il luogo dove intendevano deporre fiori è ora una proprietà privata.

Ma sotto la crescente pressione della folla, e dopo alcuni tafferugli, alle Madri di Srebrenica è stato consentito per la prima volta di entrare nello spazio dove i loro mariti, figli e parenti furono massacrati, lasciando fiori in loro memoria. Giovedì scorso al cimitero-memoriale di Potocari, alle porte di Srebrenica, si sono tenute le commemorazioni ufficiali per il 18/mo anniversario del massacro.

Srebrenica fa parte della Republika Srpska, l'entità a maggioranza serba della Bosnia-Erzegovina. L'altra è la Federazione croato-musulmana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.