Bossard, azienda di Zugo specializzata nelle tecniche d'assemblaggio industriale, nel primo semestre ha accresciuto l'utile operativo EBIT (prima della deduzione di interessi ed imposte) di quasi il 40%, a 35,8 milioni di franchi.

Come già reso noto provvisoriamente in luglio, l'utile netto rispetto ad un anno prima è progredito del 29%, a 28,6 milioni di franchi, e le vendite del 24%, a 311,5 milioni; ciò soprattutto grazie al rilevamento avvenuto a fine novembre di KVT-Fastening.

In monete locali la crescita del volume d'affari è stata di poco meno del 23%, precisa il gruppo di Zugo in una nota odierna. A livello organico - escludendo l'acquisto di KVT-Fastening e la cessione della filiale nordamericana Metrics - le vendite si sono invece ridotte del 2,2%.

Bossard occupa ora oltre 1800 persone a livello mondiale, contro le 1600 della fin del primo semestre del 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.