Tutte le notizie in breve

Un migliaio di bottiglie di chasselas sono state immerse oggi nel lago Lemano vicino al castello di Chillon. Rimarranno a uno profondità di 30 metri per tre anni.

Il primo esperimento di questo tipo, condotto nel 2011, era stato un fallimento: l'acqua si era infiltrata nei flaconi. Il secondo test, nel 2014, invece era stato un successo.

Il "Clos de Chillon 2015" rimarrà per tre anni in fondo al lago, dove le condizioni di conservazione sono ideali: temperatura costante di 12-13 gradi. tasso di umidità del 100%, oscurità totale e basso tasso di ossigeno.

"Fra tre anni offriremo un'annata 2015 quasi alle stesse condizioni di oggi. Il vino dovrebbe invecchiare solo un pochino", ha detto all'ats Daniel Dufaux, enologo e direttore tecnico della Badoux. Lo chasselas invecchia male e gli esperti stanno cercando nuovi metodi di conservazione.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve